Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mer Feb 14
LE CENERI
Ven Feb 16 @21:00 -
I° QUARESIMALE
Sab Feb 17 @07:00 -
SOCCORSO
Lun Feb 19
C.P.C.
Gio Feb 22 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Feb 23 @21:00 -
II QUARESIMALE
Ven Mar 02 @21:00 -
III QUARESIMALE
Ven Mar 09 @21:00 -
IV QUARESIMALE
Ven Mar 16 @21:00 -
V QUARESIMALE
Ven Mar 23 @21:00 -
VI QUARESIMALE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 23/09/2012

Commento al Vangelo del 23/09/2012

Scritto da don Antonio   
Lunedì 24 Settembre 2012 07:03

 

Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti.

Per Gesù la religione è una certa cosa molto precisa. L’anima della religione è il dare la vita. Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno. Gli uomini sono continuamente tentati di piegare la religione al proprio interesse Per la strada infatti avevano discusso tra di loro chi fosse il più grande. L’insistenza di Gesù non è semplicemente sul fare l’esperienza religiosa ma sul fare un’esperienza religiosa autentica. La ricetta di Gesù per educare i discepoli al dare la vita consiste nel servizio. Il servire ha due effetti molto positivi: mette al centro l’altro e non il proprio Io e diluisce nella quotidianità l’impegno a dare la vita. Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti. Gesù diceva di se stesso Non sono venuto per essere servito ma per servire. Un rimasuglio dell’uomo vecchio che non pensa secondo Dio lo riscontriamo, e succede spesso, ogni volta che ci lamentiamo dei limiti,dei difetti, delle miserie dei fratelli che siamo chiamati a servire. La parola di questa settimana è impegnativa ma può portarci molto avanti nella santità; non perdiamo nessuna occasione di servire.

Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti.

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.