Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Sab Lug 21 @07:00 -
PELLEGRINAGGIO SOCCORSO
Ven Ago 03
I VENERDI DEL MESE
Mer Ago 08 @17:30 -
DUOMO COMO
Mar Ago 14
MESSE PRE-FESTIVE
Mer Ago 15
SOLENNITA' ASSUNTA
Gio Ago 16
SAN ROCCO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 15/04/2012

Commento al Vangelo del 15/04/2012

Scritto da don Antonio   
Martedì 17 Aprile 2012 08:22

 

Mio Signore e mio Dio!

Nella seconda parte del brano odierno Gesù appare agli undici con lo scopo preciso di confermare la fede di Tommaso che non era presente alla sua venuta della settimana precedente. Gesù l’ammonisce severamente: non essere incredulo ma credente. Nella logica pasquale la fede è la condizione necessaria e irrinunciabile. Il risorto con la sua vicenda di morte e di vita rivela che l’essere discepoli si gioca nel dono totale di sé. Mio Signore e mio Dio! L’esclamazione di Tommaso dice nel tono e nei contenuti con quale radicalità egli abbia capito la lezione. Gesù però insiste. Perché tu hai veduto, hai creduto, beati quelli che non hanno veduto e hanno creduto. Arrivare alla radicalità di Tommaso solo sulla testimonianza di chi ha visto è il massimo della fede. Mio Signore e mio Dio! Questa settimana siamo invitati a riconoscere con la nostra vita la divinità di Gesù per vivere da risorti con lui risorto. La forza interiore perche la Pasqua non sia una festa che passa ma un mistero che ci segna per sempre sta tutta nella nostra fede. La fede è quanto abbiamo fatto spazio a Dio nella nostra vita. Mio Signore e mio Dio!

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.