Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mer Feb 14
LE CENERI
Ven Feb 16 @21:00 -
I° QUARESIMALE
Sab Feb 17 @07:00 -
SOCCORSO
Lun Feb 19
C.P.C.
Gio Feb 22 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Feb 23 @21:00 -
II QUARESIMALE
Ven Mar 02 @21:00 -
III QUARESIMALE
Ven Mar 09 @21:00 -
IV QUARESIMALE
Ven Mar 16 @21:00 -
V QUARESIMALE
Ven Mar 23 @21:00 -
VI QUARESIMALE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 25/03/2012

Commento al Vangelo del 25/03/2012

Scritto da don Antonio   
Martedì 27 Marzo 2012 07:34

 

Se il chicco di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.

Il testo di Giovanni mette in collegamento la morte con la fecondità. La morte è letta come valore. Chiaramente qui la morte è identificata con il dono totale di sé. Il racconto è collocato nel conteso pasquale. L’immagine del chicco di frumento molto semplice anticipa in una logica quasi scontata il senso della morte di Gesù. Io quando sarò elevato da terra attirerò tutti a me. La morte di Gesù non è soltanto il momento redentivo che sta al centro della sua vita ma è anche il suo insegnamento fondamentale che egli vuole trasmettere ai discepoli. L’infinito amore della Trinità nell’esperienza umana di Gesù viene tradotto nella morte in croce perché nessuno ama più di colui che dà la vita. A questa scuola il discepolo impara che la fecondità della propria esperienza religiosa dipende dalla radicalità dell’amore investito. Ormai alle porte della settimana della passione siamo tutti invitati a fare nostra questa logica

Se il chicco di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.