Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mar Ott 16
C.P.C.
Gio Ott 18 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Ott 19 @21:00 -
VEGLIA MISSIONARIA
Sab Ott 20 @07:00 -
PELLEGR SOCCORSO
Gio Ott 25 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Lun Ott 29 @21:00 -
INIZIO CATECHESI ADULTI
Gio Nov 08 @20:45 -
VESPRO VICARIALE
Gio Nov 15 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Dom Nov 18 @21:00 -
CONCERTO
Dom Nov 25
ANNIVERSARI MATRIMONIO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 3/11/2011

Commento al Vangelo del 3/11/2011

Scritto da don Antonio   
Lunedì 14 Novembre 2011 08:30

Consegnò loro i suoi beni.

La frase che abbiamo scelto di vivere è la chiave della parabola. Il racconto è modulato in riferimento alla partenza dell’uomo (che dice il Figlio dell’uomo) e al suo ritorno dopo molto tempo. I termini usati dicono chiaramente che il personaggio è Gesù e che si sta parlando del suo ritorno alla fine dei tempi. I beni che da ai suoi servi non sono dei generici talenti come siamo soliti pensare ma sono i suoi beni. I beni di Gesù sono la sua Chiesa, la sua Parolaa, la sua Eucarestia… I servi non sono una manovalanza generica e occasionale. Gesù è il servo di Jawhè e i servi sono coloro che hanno accettato di continuare la sua missione. A proposito di colui che aveva ricevuto cinque talenti la traduzione italiana dice: andò ad impiegarli e ne guadagnò altri cinque. Il testo greco usa il termino: lavorò in essi e ne guadagnò altri cinque. A proposito del servo che invece ha nascosto il talento il testo usa il termine: servo inutile. Qui si decreta il fallimento radicale della scelta di essere servo. Vivere una religione dove a proposito dei suoi beni ci accontentiamo di preservare quello che c’è vuol dire essere radicalmente fuori il progetto di Dio. C’è per tutti una grossa conversione da fare. Consegnò loro i suoi beni

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.