Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Gio Ott 18 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Ott 19 @21:00 -
VEGLIA MISSIONARIA
Sab Ott 20 @07:00 -
PELLEGR SOCCORSO
Gio Ott 25 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Lun Ott 29 @21:00 -
INIZIO CATECHESI ADULTI
Gio Nov 08 @20:45 -
VESPRO VICARIALE
Gio Nov 15 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Dom Nov 18 @21:00 -
CONCERTO
Dom Nov 25
ANNIVERSARI MATRIMONIO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 23/10/2011

Commento al Vangelo del 23/10/2011

Scritto da don Antonio   
Martedì 25 Ottobre 2011 09:08

Con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Il quadro di riferimento del brano si muove, come domenica scorsa, in un contesto di polemica con i farisei. Questo non impedisce a Gesù però di comunicare agli ascoltatori insegnamenti fondamentali. Il mistero di Dio, la Trinità, è relazione. Se la radice da cui tutto prende vita è relazione vuol dire che la relazione (con Dio e con gli uomini) è lo spazio fondamentale dell’esperienza umana e religiosa. Proprio perché nella relazione l’uomo si gioca la dimensione più importante della sua vita, Dio gli chiede di agirla con tutto il cuore, con tutta l’ anima e con tutta la mente. Mettendo insieme i due comandamenti (quello dell’amore a Dio e quello dell’amore agli uomini) diventa chiaro che il fratello è la strada maestra per andare a Dio. Noi amiamo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente quando amiamo il fratello. Giovanni infatti dirà nella sua prima lettera che non possiamo amare Dio che non vediamo se non amiamo il fratello che vediamo. Questa settimana proviamo ad amare Dio amando il fratello stando attenti anche al “come”: Con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente.

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.