Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mer Feb 14
LE CENERI
Ven Feb 16 @21:00 -
I° QUARESIMALE
Sab Feb 17 @07:00 -
SOCCORSO
Lun Feb 19
C.P.C.
Gio Feb 22 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Feb 23 @21:00 -
II QUARESIMALE
Ven Mar 02 @21:00 -
III QUARESIMALE
Ven Mar 09 @21:00 -
IV QUARESIMALE
Ven Mar 16 @21:00 -
V QUARESIMALE
Ven Mar 23 @21:00 -
VI QUARESIMALE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home Sul Vangelo Commento al Vangelo del 25/09/2011

Commento al Vangelo del 25/09/2011

Scritto da don Antonio   
Lunedì 26 Settembre 2011 07:10

Ma poi si pentì e vi andò

La parabola di oggi racconta due situazioni diametralmente opposte. Nella prima il rifiuto del figlio a fare la volontà del Padre andando a lavorare nella vigna diventa prima pentimento e poi scelta positiva. Ma poi si pentì e vi andò. Nella seconda il buon proposito espresso a parole dall’altro figlio degenera più tardi in un rifiuto di fatto. Il peccato va combattuto con tutte le nostre forze e con la Grazia perché noi crediamo che sia il Male. Quando però il male è stato commesso c’è un modo cristiano fondamentale per gestire un peccato che ormai ci appartiene. Bisogna che il senso di colpa non diventi scoraggiamento e radice di altri peccati ma decisione forte di un cambiamento radicale. La parabola fa intravvedere che un peccatore che gestisce “da discepolo” il proprio peccato fa più cammino sulla via della santità di chi si ritiene a posto ma rimane nella propria mediocrità: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel Regno di Dio. Tutti siamo un po’ sbagliati. E’ importante gestire il nostro peccato da discepoli per farlo diventare occasione di santità. E’ un esperienza che nella storia della Chiesa ha scritto alcune tra le pagine più belle. Ma poi si pentì e vi andò

 

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.