Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Ven Set 07
I° VENERDI DEL MESE
Dom Set 09
BISBINO
Dom Set 09
FESTA PARR STIMIANICO/CASNEDO
Sab Set 15
PELLEGR SOCCORSO
Dom Set 16
FESTA PARR CERNOBBIO
Dom Set 16
FESTA PARR MASLIANICO
Gio Set 20 @20:30 -
ADORAZ-MINISTRI-CATECH

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
FESTA PARR STIMIANICO/CASNEDO
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 03 Settembre 2018 13:40

PROGRAMMA FESTA:
Venerdì 7 sett: Casnedo ore 20.30 S. Rosario
sabato 8 sett: Stimianico ore 14.30/15.00 confessioni
domenica 9 sett: Stimianico ore 11.00 S. Messa solenne
                    Stimianico ore 20.30 Adoraz.Eucaristica
                             al termine un momento di festa in oratorio
lunedì 10 sett : Casnedo cimitero ore 9.00 S. Messa (se brutto tempo in chiesa a Casnedo)  

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Settembre 2018 13:52
 
FESTE PARROCCHIALI-PATRONALI 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 03 Settembre 2018 09:05

FESTE PARROCCHIALI-PATRONALI 2018

9 SETTEMBRE FESTA STIMIANICO CON CASNEDO
16 SETTEMBRE FESTA CERNOBBIO (Addolorata)
16 SETTEMBRE FESTA MASLIANICO (Madonna della Cintura)
30 SETTEMBRE FESTA ROVENNA (San Michele)
7 OTTOBRE FESTA PIAZZA (Madonna del Rosario)

 
la PAROLA 2 SETTEMBRE 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 03 Settembre 2018 09:04

XXII DOM. T.O. - B - 2 SETTEMBRE 2018

«Ma il suo cuore è lontano da me» (Mc 7,6b)

Il rimprovero di Gesù ai farisei deve risuonare ancora oggi dentro la vita di ciascun battezzato, perché venga rilanciato l'impegno della ricerca mai conclusa della profonda comunione con Cristo. Questa comunione non può fare a meno di passare attraverso le pratiche rituali che la Tradizione cattolica tramanda da secoli, ma sempre chiede che si tenga lo sguardo alto verso la meta vera del cammino cristiano, che è Gesù stesso.
È fondamentale la cura delle nostre azioni di culto, la disciplina nella vita di fede, ma soltanto quando è riflesso di ciò che portiamo dentro il cuore, quando rispecchia la cura che ci sforziamo di avere per il legame che ci unisce al Cristo, nostro Signore.
Chiediamoci in questa giornata dove sta il nostro cuore, se abita presso Dio e a lui innalza la lode per la sua misericordia infinita oppure se l'abitudine e la tiepidezza l'hanno allontanato da lui, e la nostra vita cristiana è soltanto una crosta di gestualità e presenze inanimate nel profondo della nostra persona.
Dal momento dell'incarnazione, la suprema esperienza religiosa che possiamo vivere è diventata fare l'uomo, vivere cioè un'umanità piena, come quella vissuta dal Figlio di Dio nato da Maria, rifuggendo il male e il peccato e ricercando la santità. Chiunque voglia vivere questa umanità risorta, fin da oggi deve lottare contro l'ipocrisia e la doppiezza che porta a onorare Dio con le labbra e i gesti ma non con il cuore. Soltanto un cuore unificato in Cristo, educato alla scuola del Vangelo, può avvicinarsi all'esempio che il Maestro ci ha lasciato da imitare.

 
la PAROLA 26 AGOSTO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Venerdì 17 Agosto 2018 13:38

XXI DOM. T.O. - B - 26 AGOSTO 2018
«Tu hai parole di vita eterna» (Gv 6,68b)

Ecco l'ultimo intervento nell'anno liturgico del Discorso sul pane di vita di Giovanni, dalla prossima domenica torneremo ad ascoltare il Signore attraverso il vangelo di Marco.
In queste battute finali tra Gesù e gli ascoltatori emerge la durezza di quanto il Maestro sta insegnando. Non sono più i farisei o altri oppositori di Gesù a faticare nell'ascolto, questa volta sono i suoi, sono coloro che fin lì lo seguivano, sono alcuni tra i discepoli che dicono: «Questa parola è dura!». Il messaggio del suo corpo donato, della vita sacrificata per la redenzione degli uomini, dell'unica via di salvezza attraverso la com-unione con lui sembra essere eccessivo. Anche tra chi in partenza aveva deciso di dargli fiducia qualcuno non riesce a spingersi fino a questo punto. Il Vangelo intero – non soltanto il discorso riguardante l'Eucaristia – indica una via difficile da percorrere, impossibile senza l'intervento e l'azione di Dio, che attira a sé chi ha fede in lui.
Anche noi siamo inseriti nell'insieme dei discepoli di Gesù. Dobbiamo chiederci se la sua parola ci spaventa, se ci scandalizza, se abbiamo scelto lo Spirito che dà la vita o se la carne – la nostra umanità mondana – è per noi un limite nell'accoglienza della via della salvezza. Anche noi possiamo entrare a far parte dei discepoli che «da quel momento tornarono indietro e non andarono più con lui» oppure essere dalla parte di Pietro, che ha ben capito come, dopo aver incontrato Gesù, non esista un luogo migliore in cui stare e dire insieme a lui: «Signore, da chi andremo? Tu solo hai parole di vita eterna».

 


Pagina 3 di 228

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.