Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Ven Ott 19 @21:00 -
VEGLIA MISSIONARIA
Sab Ott 20 @07:00 -
PELLEGR SOCCORSO
Gio Ott 25 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Lun Ott 29 @21:00 -
INIZIO CATECHESI ADULTI
Gio Nov 08 @20:45 -
VESPRO VICARIALE
Gio Nov 15 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Dom Nov 18 @21:00 -
CONCERTO
Dom Nov 25
ANNIVERSARI MATRIMONIO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
la PAROLA 28 OTTOBRE 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 29 Ottobre 2018 09:14

XXX DOM. T.O. - B - 28 OTTOBRE 2018
«Balzò in piedi e venne da Gesù» (Mc 10,50b)
Centrale in questo vangelo è l'azione di un uomo che sta chiamando qualcun altro. Un individuo che ha a cuore colui che sta chiamando, che vuole potergli dire quanto importante lui sia ai suoi occhi. Contro ciò che alcuni staranno a questo punto pensando, colui che chiama non è il povero Bartimeo, che più che altro grida nella sua cecità, invoca la pietà di quel Gesù che non vede ma che sente che sta passando; colui che chiama, anche questa volta, è Gesù stesso. È il Cristo che sente il grido disperato del sofferente e dice ai suoi «Chiamatelo!». Il cieco Bartimeo, in cerca di guarigione, quel giorno ha compreso che Gesù, il figlio di Davide, poteva donargli la salvezza. Questa sua nuova intuizione lo inserisce in un progetto di salvezza più ampio, che già lo coinvolgeva prima di allora, senza che lui ne fosse ancora consapevole, il progetto di Dio. Accogliere Cristo, cercarlo con forza quando siamo nella prova, significa accogliere anzitutto quella salvezza per la quale da sempre lui chiama ognuno di noi. Così quella di Bartimeo da invocazione diventa risposta, assenso alla convocazione del Signore Gesù.
Notiamo anche il forte contrasto tra i molti che rimproveravano Bartimeo perché tacesse e coloro che invece sono portatori della parola di Gesù e avvicinandosi gli dicono: «Coraggio! Alzati, ti chiama!». Di fronte al grido dei sofferenti possiamo cercare di silenziare il loro dolore perché ci sembra inopportuno, perché è più comodo che non gridino per la strada; oppure possiamo farci portatori del desiderio di Dio di accogliere chi è nella difficoltà usando parole di incoraggiamento e consolazione. La nostra parola può contribuire a far balzare in piedi e venire a Gesù gli altri più di quanto a volte pensiamo.

 
CONFESSIONI
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 22 Ottobre 2018 08:35

CONFESSIONI
I sacerdoti della BVB hanno deciso di dare un'ora di tempo per le confessioni anche durante la settimana: questa disponibilità prevede un luogo, un orario e un giorno fisso in modo che chi lo desidera sa di poter trovare il sacerdote previsto, che sarà disponibile anche per chi volesse iniziare o proseguire una direzione spirituale.

E' stata scelta un' unica chiesa penitenziale, quella di S. Teresa a Maslianico.
Questa nuova opportunità avrà inizio dalla prossima settimana 22-27 ottobre; naturalmente sono da ritenersi esclusi i giorni che coincideranno a festività e a pre-festività.

CONFESSIONI : CHIESA S. TERESA MASLIANICO
martedì 18.00/19.00 don GIANPAOLO
giovedì 18.00/19.00 don STEFANO
venerdì 9.30/10.30 don GIOVANNI
sabato 11.00/12.00 don ALESSIO

Resta confermata la possibilità delle confessioni un'ora prima delle messe pre-festive del sabato; in questo caso sarà presente il sacerdote di turno per la celebrazione della messa.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Ottobre 2018 08:36
 
CATECHESI ADULTI 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 22 Ottobre 2018 08:34

VICARIATO DI CERNOBBIO   - CATECHESI ADULTI 2018

"BELLEZZA E FATICA DI VIVERE "
Da alcuni anni la catechesi adulti è proposta a livello vicariale. I temi e i sussidi della catechesi sono sempre stati preparati dalla diocesi di Como. Negli ultimi anni i contenuti delle schede predisposte sono stati presentati in alternanza da don Antonio e don Maurizio lasciando alla fine dell'incontro, qualche minuto per interventi liberi, risonanze o domande.

Quest'anno la struttura degli incontri subirà una variazione che ci auguriamo possa essere di aiuto ad un maggior coinvolgimento dei presenti: ecco le novità:
* nel primo incontro Arcangelo Bagni (autore del percorso della catechesi di quest'anno) presenterà il contenuto dell'itinerario e l'impostazione del lavoro richiesto ai partecipanti; in ogni incontro verrà consegnato in anticipo il testo dell'incontro successivo in modo che ognuno potrà "lavorarci" durante la settimana.
* negli altri incontri, a turno, uno dei sacerdoti del nostro Vicariato presenterà la sintesi dei contenuti della scheda e poi sarà lasciato ampio spazio alla messa in comune, nei gruppi, delle riflessioni di ciascuno.

QUANDO lunedì sera ore 21.00
LUOGO sala parrocchiale di Maslianico- Santa Teresa
RELATORI i sacerdoti del Vicariato
ISCRIZIONI entro 24 ottobre 2018 in parrocchia
CONTRIBUTO euro 5,00 (per famiglia o singolo)

CALENDARIO
LUNEDI 29 ottobre: INCONTRO INTRODUTTIVO relatore Arcangelo Bagni
LUNEDI 5 novembre: Il coraggio di dire "Perché?"
LUNEDI 12 novembre: "Dio, dove sei? Perché taci?"
LUNEDI 19 novembre: I "perché" dell'uomo biblico
LUNEDI 26 novembre: Gioia e fatica di vivere
LUNEDI 3 dicembre: Il Dio di Gesù di Nazareth

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Ottobre 2018 08:37
 
la PAROLA 21 OTTOBRE 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 22 Ottobre 2018 08:32

XXIX DOM. T.O. - B - 21 OTTOBRE 2018
«Tra voi però non è così» (Mc 10,43a)
Gesù trova nella richiesta dei due figli di Zebedeo l'occasione per marcare una volta di più la distanza tra gli schemi di pensiero del mondo e l'indicazione fondamentale contenuta nel Vangelo: la vera grandezza non è quella dei governanti che dominano sugli altri, ma quella di chi sa mettersi al servizio degli altri facendosi ultimo e umile, imitando il Signore stesso, che si è lasciato inchiodare alla croce come il peggior delinquente.
Facciamo però attenzione alle parole di Gesù quando mette a paragone l'agire dei governanti con quello dei suoi discepoli: «Tra voi però non è così». Gesù non sta dando un'indicazione ai suoi, non sta chiedendo di iniziare ad essere diversi; l'uso del verbo al presente rivela che Gesù sta piuttosto facendo una considerazione su uno stato di fatto delle cose: tra i suoi discepoli è già così! Chi segue Cristo ha già intrapreso la strada del servizio che nell'umiltà rende grandi! Le fatiche, le persecuzioni, l'incomprensione, la derisione, la prevaricazione, la secolarizzazione che il cristiano subisce ogni giorno sono il segno della logica evangelica su cui la sua vita si fonda.
Lo sforzo che siamo chiamati a compiere – e che hanno dovuto compiere quel giorno i discepoli – è di cambiare il nostro modo di considerare la nostra vita. Le difficoltà che abitano il cammino della Chiesa di ogni tempo, compreso il nostro tempo, sono il segno della logica evangelica che la caratterizza, non certo il segno della sua decadenza o del suo declino. Più saremo ultimi e servitori nel mondo, più saremo vicini all'ideale di Cristo.

 


Pagina 3 di 234

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.