Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Dom Nov 26
ANNIV MATRIMONIO
Gio Nov 30 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Dic 01
I° DEL MESE-CONFERENZA
Mer Dic 06 @21:00 -
SAN NICOLA
Gio Dic 07 @18:00 -
SANT'AMBROGIO
Dom Dic 10 @18:00 -
ELEVAZIONE SPIRITUALE
Gio Dic 14 @20:45 -
PREGHIERA VICARIALE
Sab Dic 16
NOVENA DI NATALE
Sab Dic 16 @08:00 - 05:00
CHIERICHETTI E MINISTRANTI
Dom Dic 17
BENEDIZIONE STATUINE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
la PAROLA 24 SETTEMBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 25 Settembre 2017 08:18

"Andate anche voi"     XXV DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 20, 1-16)
In consonanza con il vangelo di domenica scorsa, che ci ricordava la novità della giustizia divina realizzata dalla misericordia, si pone anche la parabola odierna, quella degli operai chiamati a tutte le ore. Essa contiene diversi spunti di lettura. C'è un padrone che continua a uscire e a raccogliere lavoratori per mandarli a lavorare nella sua vigna, segno di un Dio che continua a cercare e a chiamare gli uomini in ogni stagione della loro vita: "Andate anche voi". Non importa quando si accoglie la "chiamata" di Dio a vivere il suo Vangelo, ma ciò che conta è farlo, essere suoi discepoli, camminare dietro a Lui. Non c'è un "ormai" nella vita di fede, un ostacolo che non possa essere superato e vinto dall'amore di Dio.
Quando il padrone paga i diversi operai dà a tutti lo stesso salario, quello che aveva pattuito con i primi. La sua decisione sconcerta, capovolge un'idea per noi consolidata circa il merito e il premio; "quello che è giusto ve lo darò": gli operai della prima ora sono invidiosi della bontà del padrone, si aspettavano un trattamento differenziato rispetto agli altri, non capendo che il vero premio e privilegio era stare nella vigna, lavorare per quel padrone. "Non posso fare delle mie cose quello che voglio?": l'espressione non indulge all'arbitrio, al capriccio, ma rivela una volontà di Dio che è paterna e amorosa per tutti, a partire dagli ultimi.

 
FESTA di ROVENNA
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 18 Settembre 2017 09:03

FESTA DI SAN MICHELE DOMENICA 24 SETTEMBRE

mercoledi 20 settembre       ore 17.00 S. Messa
giovedi 21 setttmbre            ore 20.30 S. Messa
venerdi 22 settembre           ore 17.00 Adorazione Eucaristica

sabato 23 settembre           ore 17.00/18.15 confessioni
                                            ore 18.30 S. Messa
                                    dalle ore 23.00 Adorazione

domenica 24 settembre       ore 9.00 lodi
                                                  ore 9.45 S. Messa solenne
                                                  ore 15.30 Vespri solenni e Processione

venerdi 29 settembre San Michele ore 20,45 S. Messa per tutti i defunti della parrocchia

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Settembre 2017 09:05
 
la PAROLA 17 SETTEMBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 18 Settembre 2017 08:53

"Non dovevi anche tu aver pietà?"   XXIV DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 18, 21-35)
Le indicazioni che Gesù rivolge ai discepoli circa la correzione fraterna suscitano una domanda di Pietro: "Quante volte dovrò perdonare" al fratello che pecca contro di me? La risposta di Gesù – "settanta volte sette" – indica un perdono smisurato, senza limiti. La logica della fraternità invita ad abbandonare l'angustia della misura e del calcolo, per tenere sempre il cuore aperto al fratello.
La parabola del servo spietato ci parla di una giustizia divina che ha una base comune con quella umana: il servo ha un debito con il re. Nelle parole del servo ("Abbi pazienza") c'è un senso di relazione, è racchiusa la speranza di uno sviluppo, l'attesa di una correzione. È in questa realtà che si innesta la misericordia del re che arriva perfino a condonare, a cancellare il debito e che segnala la novità, la differenza della giustizia divina. In questa novità, non si lascia però coinvolgere il servo, al quale resta forse l'ansia del restituire, e che non entra nella logica del perdono: "Non dovevi anche tu aver pietà del tuo compagno?". Il perdono fraterno non è allora tanto condizione per ottenere il perdono di Dio, ma è conseguenza della sua misericordia continuamente sperimentata e vissuta da noi. Come ci ricorda il vescovo Oscar negli Orientamenti pastorali per la nostra diocesi, è proprio questa misericordia che ci attrae e che ci chiama a viverla, annunciarla, testimoniarla.

 
COMUNICAZIONE
Scritto da segreteria BVB   
Martedì 12 Settembre 2017 08:37

COMUNICAZIONE:
Il nostro Vescovo, mons. Oscar, ha affidato a don Gianpaolo Romano l'incarico di Responsabile dell'anno di Propedeutica.
La nostra comunità pastorale ospiterà nella casa parrocchiale di Piazza S. Stefano i giovani della Diocesi che hanno deciso di compiere un discernimento spirituale prima di entrare in seminario.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Settembre 2017 08:44
 


Pagina 8 di 203

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.