Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Sab Giu 03 @21:00 -
VEGLIA DI PENTECOSTE
Sab Giu 10
ORARIO ESTIVO MESSE
Sab Giu 10 @08:00 - 05:00
ORDINAZIONE don ALESSIO
Lun Giu 12 @08:00 - 05:00
GREST 2017
Dom Giu 18 @08:00 - 05:00
DON ALESSIO e CORPUS DOMINI
Lun Giu 19 @21:00 -
caritas
Lun Giu 19 @21:00 -
caritas
Sab Giu 24 @15:00 -
preparazione battesimi
Dom Giu 25 @11:30 - 05:00
INIZIO MESSE BISBINO
Ven Giu 30 @18:00 -
FESTA FINALE GREST

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
ORDINAZIONE don ALESSIO
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 29 Maggio 2017 07:57

ORDINAZIONE PRESBITERALE di don ALESSIO GANDOLA
Cattedrale di Como SABATO 10 GIUGNO ore 10.00

Don Alessio celebrerà la sua Prima Messa nella parrocchia d'origine Bellagio, domenica 11 giugno ore 10.30 chiesa San Giovanni.

Sarà con noi DOMENICA 18 GIUGNO in occasione della solennità del Corpus Domini: don Alessio presiederà la Santa Messa e la Processione ore 17.30 chiesa di Rovenna


Alle ore 19.30 è prevista una cena comunitaria presso l'oratorio di Piazza
E' necessario prenotarsi entro domenica 11 giugno telefonando a:
Ilario 348 7640515 – Stefania 339 4228062 – Ornella 339 6645218

Per l'occasione consegneremo a don Alessio un dono simbolico e un contributo economico: chi volesse aderire troverà buste apposite nelle chiese.

 
la PAROLA 28 MAGGIO 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 29 Maggio 2017 07:47

"Essi però dubitarono"   ASCENSIONE DEL SIGNORE
Dal Vangelo secondo Matteo 28, 16-20
Gli undici apostoli tornano in Galilea, luogo a loro familiare, dove sono cresciuti, dove incontrarono Gesù la prima volta, dove lo hanno conosciuto e seguito; proprio lì, in Galilea, lo vedono, risorto, per l'ultima volta.
Essi si prostrano, segno con cui riconoscono pienamente Gesù come il Cristo; e, nello stesso tempo, l'evangelista Matteo nota i loro dubbi, a sottolineare come il cammino della fede, per loro e per tutti, non è esaurito neppure in quel momento, ma è giunto a una nuova fase e chiede sempre di essere rilanciato.
Il dubbio non blocca gli apostoli, non impedisce loro di essere la Chiesa nascente, nella misura in cui riconoscono che la forza necessaria e di cui dispongono non è la loro, ma quella di Gesù stesso.
Agli imperativi "andate" e "fate discepoli" seguono i gerundi "battezzando" e "insegnando": in questo modo, nelle parole di Gesù, distinguiamo il fine, cioè la missione di andare verso tutti, sempre, ad annunciare la Sua salvezza perché coinvolga sempre più persone, e i mezzi, cioè l'insegnamento del Vangelo e i sacramenti.
L'Ascensione di Gesù segna dunque il "mandato missionario" per una Chiesa che diventa adulta e che deve imparare a vivere i gesti di amore e di salvezza compiuti dal Maestro, nella consapevolezza che quotidianamente si compie la sua promessa: "Sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo".

 
AVVISI
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 22 Maggio 2017 08:37

Sabato 27 maggio la nostra comunità sarà in festa per i ragazzi che riceveranno i Sacramenti della Cresima e Comunione a Maslianico:

ore 15.00 gruppi Cernobbio, Piazza e Rovenna
ore 17.30 gruppi Maslianico
Sospesa la Messa delle ore 18.00 (di Maslianico).

Al mattino confessioni per i genitori e madrine/padrini:
Cernobbio Redentore ore 9.30/11.00
Maslianico s. Teresa ore 10.00/11.30

Martedì 30 maggio conclusione del mese mariano al Santuario della Madonna del Bisbino con la fiaccolata e la preghiera del S. Rosario. Ritrovo in vetta alle ore 21.00.
Sarà presente il nostro Vescovo mons. Oscar Cantoni.

Sabato 3 giugno Veglia di Pentecoste ore 21.00 chiesa di Rovenna. La celebrazione è valida come adempimento del precetto festivo.
Sarà sospesa la Messa delle ore 18.30 (di Rovenna).

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Maggio 2017 14:13
 
la PAROLA 21 MAGGIO 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 22 Maggio 2017 08:35

"Se mi amate"  VI DOMENICA DI PASQUA
Dal Vangelo secondo Giovanni 14, 15-21
Più volte, nelle poche righe del Vangelo di questa domenica, torna una parola cara a Giovanni, il verbo "vedere": esso indica la capacità di scrutare a fondo, di andare oltre l'aspetto esteriore delle cose e dei fatti. Gesù dice che il "mondo" non può vedere lo Spirito e non vedrà neppure Lui, dopo la sua morte in croce, e questo perché non c'è affinità tra il mondo e lo Spirito e non c'è volontà di aprire gli occhi e di vedere. Al contrario, i discepoli possono vedere, conoscere e quindi accogliere lo Spirito, perché disposti a uno sguardo autentico e profondo sulla realtà.
Ma questa riflessione è introdotta da un'espressione, "se mi amate", che diviene centrale per capire l'intero brano. L'amore appare come il vero motore di ogni aspetto della fede: è amando Gesù che si osservano i suoi comandamenti (senza amore rimane solo un vuoto rispetto esteriore), è lo stesso amore che regge il dono dello Spirito, è l'amore che apre gli occhi del discepolo e gli consente di vedere oltre ogni apparenza. È vero anche il dinamismo inverso: la verifica più genuina dell'amore a Cristo è l'osservanza dei suoi comandamenti, che si concentrano nell'amore fraterno.
È questo amore, dunque, che porta alla manifestazione di Dio, che porta a una presenza, quella dello Spirito, che rimane con noi per sempre.

 


Pagina 4 di 189

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.